Novità Whistleblowing (D.Lgs. 10/03/2023, n. 24): cosa segnalare, nuove procedure, canali di segnalazione, tutela del segnalante

Corso Obbligatorio:

Il corso di formazione è OBBLIGATORIO ai sensi dell’art. 4, comma 7, D.L. 30 aprile 2022, n. 36, convertito, con modificazioni, dalla L. 29 giugno 2022, n. 79 (PNRR 2).

Corso in diretta

domande ai docenti in tempo reale

Materiale Didattico

Attestato di partecipazione

Corso Obbligatorio

Destinatari:

Tutto il personale contrattualizzato delle Pubbliche Amministrazioni.

Obiettivi:

L’Italia ha finalmente adottato una nuova normativa in materia di whistleblowing che individua ulteriori misure di sicurezza nell’ambito della lotta alla corruzione.
Detta tematica si inserisce nell’ambito dei corsi di formazione obbligatori su etica e legalità, secondo quanto previsto dall’art. 4, comma 7, D.L. 30 aprile 2022, n. 36, convertito, con modificazioni, dalla L. 29 giugno 2022, n. 79 (PNRR 2).
Il corso intende analizzare gli obblighi previsti dalle nuove disposizioni di legge, l’impatto del D.Lgs. 10 marzo 2023, n. 24 sulla organizzazione e sulla attività di tutte le Pubbliche Amministrazioni e le tutele previste per i segnalanti, in vista dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni a partire dal 15 luglio 2023.

Programma:

Formazione obbligatoria su etica e legalità: il D.L. 30 aprile 2022, n. 36, convertito, con modificazioni, dalla L. 29 giugno 2022, n. 79 (PNRR 2).Obbligo di formazione in tema di etica pubblica e legalità.
Analisi dettagliata del D.Lgs. 10 marzo 2023, n. 24:
- Quadro normativo di riferimento. Attuazione della direttiva (UE) 2019/1937 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2019, riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e recante disposizioni riguardanti la protezione delle persone che segnalano violazioni delle disposizioni normative nazionali
- Struttura
- Definizione di whistleblowing
- Individuazione del whistleblower
- Scopo
- Ambito di applicazione oggettivo e soggettivo
- Soggetti tutelati
- Regime transitorio
- Differenze fra la nuova e la precedente disciplina
- Entrata in vigore delle nuove disposizioni: 15 luglio 2023.
Cosa segnalare: finalità e oggetto della segnalazione; il contenuto della segnalazione.
L’implementazione di un sistema di segnalazione e la tutela dei segnalanti e del segnalato: modalità e destinatari della segnalazione.
La procedura del whistleblowing: adempimenti, tempi di risposta, etc.
Le indagini: i soggetti coinvolti e la verifica della fondatezza delle segnalazioni.
I canali di segnalazione: come effettuare una segnalazione. La gestione dei canali di segnalazione interni ed esterni. Conservazione della documentazione inerente alle segnalazioni. Divulgazioni pubbliche. La gestione del whistleblowing. Le regole di Data Protection. Il regime del trattamento dei dati dei soggetti interessati.
Misure di protezione: Condizioni per la protezione della persona segnalante. Obbligo di riservatezza e divieto di discriminazione. Divieto di ritorsione. Protezione dalle ritorsioni. Limitazioni dalle responsabilità. Le sanzioni in caso di adozione di provvedimenti discriminatori o “punitivi”. Le conseguenze in caso di emanazione di provvedimenti “contro” il segnalante. Rinunce e transazioni.

corso di formazione online

prezzo:

310,00

orario:

9:00-13:00

durata:

5 ore

data:

6 Marzo 2024

data:

19 Marzo 2024

data:

11 Aprile 2024

data:

8 Maggio 2024

data:

30 Maggio 2024

data:

19 Giugno 2024
Febbraio 2024
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29